Nella Lega Nord Ladrona operazione smottamento

Nella Lega Nord Ladrona operazione smottamento Da Il Senio Mormora Nei mesi scorsi vi avevamo anticipato l’ operazione smottamento legaiolo in atto nella Lega Nord Nazione Emilia.
Il partito di cadreghinisti è oramai diventato “un’idrovora assetata di denari dei contribuenti e lottizza tutto ciò che è lottizzabile” come scrive in “UMBERTO MAGNOLeonardo Facco, si sta spezzando.
Infatti Marco Lusetti, ex braccio destro del leghista Angelo Alessandri, ha presentato ieri 16 dicembre presso la Sala Rossa della Provincia di Bologna il movimento politico “Agire Insieme Lega Federale”.
Con lui Floriano Rambaldi e Gianvico Pirazzini, già consigliere comunale della Lega Nord di Bologna: quest’ultimo assumerà il ruolo di segretario cittadino del capoluogo di regione.
Agire Insieme Lega Federale è un movimento politico senza padroni – ha spiegato Lusetti – formato da cittadini liberi che riconoscono il valore aggiunto di chi la pensa in modo diverso, finalizzando il confronto alla crescita collettiva ed individuale”.
Quelli di ”Agire Insieme Lega Federale” che accusano il loro ex partito di aver imboccato il cammino dell’interesse particolare e del mantenimento del potere a tutti i costi, ambiscono ad allargarsi anche a livello nazionale.
Tanto che si presenteranno alle prossime elezioni amministrative in 38 Comuni e quattro Province (Mantova, Gorizia, Trieste e Lucca) in dieci regioni d’Italia: dall’Emilia-Romagna al Piemonte, dalla Lombardia al Veneto, dalla Liguria al Friuli ma anche in Toscana, Lazio, Campania e Puglia).

Sarebbero 34, secondo Lusetti, gli amministratori emiliano-romagnoli pronti a passare dalla Lega Nord al nuovo soggetto. Se queste fossero le cifre, sarebbero pari a più del 10% di tutti gli eletti della Lega Nord nelle istituzioni locali.
L’ operazione smottamento legaiolo è appena iniziata e se ne vedranno delle belle.
A giudicare dai primi manifesti pubblicati su Facebook (nella foto), che riportano slogan quali “Lega Nord ladrona” (con le caricature di Renzo Bossi e Rosy Mauro nelle vesti di novelli lupacchiotti intenti a “mungere” il simbolo della città di Roma) promettono bene. GPS continua clicca
Annunci